Cantus Maja

Verdicchio dei castelli di Jesi D.O.C. Classico Superiore

Da una selezione di uve Verdicchio maturate nelle nostre vigne situate tra 190 e 230 m slm, esposte a sud, sud-ovest, sulle colline di Morro d’Alba, nel contado dei Castelli di Jesi.
Suolo argilloso con presenza di sabbia. Vendemmia a mano. Pressatura soffice delle uve vinificate in acciaio a temperatura controllata con lunga permanenza sulle fecce nobili. Da gustare fresco (12°-14°).

Maggio, dal latino Majus, nome con cui i romani chiamavano il mese dedicato a Maja responsabile del miracolo della rinascita vegetativa. L’arrivo della primavera si salutava ovunque con celebrazioni come il Cantamaggio che ogni anno, dopo più di 3 millenni, si festeggia con profonda partecipazione popolare a Morro d’Alba, divenuta una piccola capitale di questa ricorrenza. Alla tradizione è dedicato questo Verdicchio, che vuole ricordare le lontane radici della celebrazione e quel sentimento di festa e l’emozione per lo spettacolo offerto dalla rinascita della vita che a primavera si rinnova nelle campagne.


Amor

Verdicchio dei castelli di Jesi D.O.C. Classico


Da una selezione di uve Verdicchio in purezza maturate nelle nostre vigne situate tra 190 e 230 m slm ed esposte parte a nord-est, parte a sud, sulle colline di Morro d’Alba, nel contado dei Castelli di Jesi.
Suolo piuttosto argilloso con presenza di sabbia. Vendemmie a mano. Pressatura soffice delle uve vinificate in acciaio a temperatura controllata. Vino da gustare fresco (12°-14°).


Nell’etichetta frontale, particolare dell’opera “Amore Oltre”, di Sulmana Ramazzotti, artista che vive in un piccolo paese marchigiano vicino al mare Adriatico.


Flusia

Marche I.G.T. Rosato

Da una selezione di uve rosse maturate nelle nostre vigne situate tra i 190 e 230 m slm ed esposte parte a nord-est parte a sud, sulle colline di Morro d’Alba, nel contado dei Castelli di Jesi.
Suolo piuttosto argilloso con presenza di sabbia. Vendemmia a mano. Pressatura molto soffice e leggera delle uve vinificate in acciaio a temperatura controllata. Vino da gustare fresco (12°-14°).

Flora è la divinità romana della fioritura delle piante, specialmente quelle che producono frutti. E’ molto antica: i popoli Umbro- Safini (tra cui i Piceni) le avevano dedicato un mese (che corrisponde al romano aprile); era conosciuta tra i Sanniti così come tra gli Osci con il nome di Flusia. Inizialmente era la divinità responsabile della fioritura delle messi, del grano e degli alberi da frutto e la sua funzione era di far sbocciare il grano, la verdura e gli alberi in modo da garantire un raccolto ricco in autunno.


Bianco di casa Romagnoli

Marche I.G.T. Bianco

Da una selezione di uve bianche maturate nelle nostre vigne situate tra i 190 e 230 m slm ed esposte parte a nord-est parte a sud, sulle colline di Morro d’Alba, nel contado dei Castelli di Jesi.
Suolo piuttosto argilloso con presenza di sabbia. Vendemmie a mano. Pressatura soffice delle uve vinificate in acciaio a temperatura controllata. Vino da gustare fresco (12°-14°).


Contatti

  • AZIENDA AGRICOLA ROMAGNOLI
    Via S. Maria del Fiore N° 47 60030
    Morro d'Alba ANCONA - ITALY
  •  
  • Telefono:
    073163332
  • Email:
    info@cantinaromagnoli.it